importanza del metabolismo

L’importanza del metabolismo

L’insieme dei fenomeni e delle reazioni con cui si attuano sia il ricambio organico generale per il rinnovo dei materiali costitutivi dell’essere vivente, sia gli scambi energetici per mezzo dei quali l’energia chimica degli elementi e delle riserve organiche si trasforma nelle varie forme di energia liberata dagli esseri viventi.

Il metabolismo generico

La materia vivente, costituita da grossi complessi molecolari, va incontro incessantemente a fenomeni di ossidazione e di demolizione e contemporaneamente a fenomeni riduttivi e sintetici, in maniera che i suoi numerosi costituenti chimici sono continuamente rinnovati. Il metabolismo organico generale contempla da un lato le vie e l’entità dell’apporto del nuovi materiali, la loro assimilazione e le reazioni di sintesi con cui al giunge alla formazione dei complessi molecolari delle cellule, e dall’altro canto la demolizione dei composti organici e l’eliminazione delle scorie.

Nel soggetto adulto, in condizioni normali il bilancio del metabolismo organico è tale che vi è un pareggio tra l’entrata e l’uscita del diversi materiali. Invece nei giovani durante la crescita l’apporto deve essere maggiore della perdita, necessitando nuovi materiali per l’accrescimento corporeo. Al contrario nella vecchiaia e in condizioni patologiche si avrà un bilancio organico deleterio, con conseguente perdita di peso. Per metabolismo energetico s’intende la quantità di energia trasformata dall’organismo in un determinato tempo. L’energia impiegata è essenzialmente l’energia chimica degli aumenti trasformata in energia termica, per mantenere costante la temperatura corporea a 36.5 C° ed in energia meccanica per il lavoro muscolare.

Altri tipi di metabolismo

Il metabolismo energetico di un individuo varia entro limiti molto larghi in rapporto all’attività muscolare del soggetto, alla sua alimentazione e alla temperatura ambiente. Per metabolismo basale s’intende il minimo consumo energetico a digiuno e a riposo assoltilo compatibile con la vita. Esprime quindi la quantità d’energia necessaria per mantenere le funzioni indispensabili della vita (respirazione, circolazione. temperatura corporea). In condizioni normali il metabolismo basale dell’uomo adulto é pari a 40 grandi Calorie per ogni metro quadrato di superficie corporea e per ora ora (per complessive 1700-1800 Cal. per ogni 24 ore). In condizioni patologiche i valori del metabolismo basale variano: ad esempio, nell’ipertiroidismo basedowniano si ha notevole aumento del 7.1. basale.

Per metabolismo totale s’intende il consumo energetico complessivo delle 24 ore. Esso è ovviamente in rapporto con l’attività muscolare e con la temperatura ambientale ed inoltre con l’alimentazione in quanto l’ingestione d’alimenti, ed in specie di proteine, esalta il metabolismo (azione dinamica specifica degli alimenti). Conoscendo il valore energetico del diversi alimenti ed il valore del metabolismo totale di un soggetto, si può stabilire la razione alimentare a lui necessaria. Nella compilazione della razione alimentare si deve tener conto che in essa, glucidi, grassi e protidi devono essere giustamente equilibrati, mentre le sostanze inorganiche, l’acqua e le vitamine devono essere presenti nelle quantità necessarie ad equilibrare il ricambio organico generale.